Nasce una chiamata alle arti, o meglio, una chiamata al racconto per scrivere una guida nuova e fedele che suggerisca itinerari inconsueti, aneddoti, storie legate alla città di chi l'ha lasciata o di chi invece è rimasto. In un momento di pausa globale un progetto come GUIDA diventa particolarmente importante per la costruzione di un'identità da tramandare, da comunicare fuori, al turista, all'abitante temporaneo che tornerà, ma anche a noi stessi.

#tuttamialacittà è un'iniziativa che promuove la raccolta e lo scambio di esperienze: costruiamo insieme le nostre mappe emozionali della città: storie di vita, di avventure, di noia, di amore, di crescita. Luoghi che ora non esistono più, un muretto, una piazza, un palazzo, una via. Gravina ha attraversato la vita di ognuno di noi, nel bene o nel male. Sei uno studente fuori sede? Sei gravinese ma emigrato da anni in un'altra città? All'estero? Sei sempre rimasto qui? Come raccontare Gravina?

 

 

Come raccontare Gravina?
Cosa raccontare di Gravina?
Raccontacelo!

 

• inviaci un racconto, un aneddoto, un ricordo di max 2000 battute alla mail geografieimmaginate@gmail.com con oggetto “Tutta mia la città – nome e cognome”

• inviaci un video o un audio Whatsapp di max 3 min in cui ci racconti un ricordo legato a Gravina al numero 391 1565247

• inviaci una foto di famiglia a geografieimmaginate@gmail.com

• inviaci tutto entro il 15 luglio

 

Tutto il materiale raccolto entrerà nel progetto di costruzione della guida di Gravina in Puglia.